Skip to content

STORIE DI STRAORDINARIA QUOTIDIANITÀ: QUANDO UN FIGLIO UCCIDE I GENITORI.

NELLA MENTE DEL SERIAL KILLER: con Giulia SCHIOPPETTO, criminologa e psicologa investigativa.

Puntata di lunedì 31 maggio, ore 17.00

ASCOLTA IL PODCAST
Giulia Scioppetto

Il 4 novembre 1994 Nadia Frigerio e il fidanzato Marco Rancani uccidono la madre di lei, Eleonora Pierfranceschi. I due complici mettono del sonnifero nel caffè e quando la donna si addormenta la strangolano con il filo del telefono, poi lasciano il corpo in una strada di periferia con le calze strappate, la camicetta sbottonata e dei preservativi vicino al cadavere, con l’intento di inscenare una violenza sessuale. Un matricidio che si è consumato a “causa” dell’appartamento della vittima: Nadia Frigerio voleva quella casa solo per lei, per andare e convivere con il suo fidanzato. Successivamente, durante un interrogatorio, Marco Rancani dichiarerà agli inquirente che le due donne si odiavano a morte e che “Nadia ambiva a entrare in possesso esclusivo della casa perchè la madre le era d’impiccio”.

Buon ascolto…